deutsch polski

 

    Un cordiale benvenuto a tutti coloro che desiderano per un momento distaccarsi dagli obblighi quotidiani e scegliere di seguire le orme dei mercanti d'ambra.
   Questi mercanti una volta percorrevano chilometri di strade, vie di trasporto pubblico che collegavano la costa baltica con l’Adriatico. Si fermavano alle fermate in punti sfalsati, distanti tra loro di 20-30 chilometri. Viaggiavano con le più diverse condizioni atmosferiche, a volte la situazione li costrinse a viaggiare di notte. E' quello che è successo anche a me. Nel 2006 ho iniziato il mio progetto, il cui obiettivo era quello di percorrere la Via dell’Ambra a piedi. Il percorso, che partiva da Praga nella Repubblica Ceca per proseguire poi verso la costa baltica, tra cui la penisola di Sambia, è stato tracciato sulla base della pubblicazione scientifica.

Ho marciato per un tratto di più di 1.020 chilometri, che è uno dei rami della antica via del commercio dell’ambra, che porta da Aquileia.


   Ho seguito una pubblicazione scientifica, cito le regioni geografiche, per le quali ho viaggiato (con le sezioni completate):

  • Vallata Ceca – Vallata di Kłodzko (Praha/Praga – Kłodzko, Polonia)
  • Vallata di Kłodzko – Medio L’Oder (Kłodzko – Breslavia)
  • L’Oder centrale – Prosna centrale (Breslavia – Kalisz)
  • Prosna medio – Cuiavia (Kalisz – Toruń)

  • Cuiavia – foce di Vistola (Toruń – Kwidzyn)

  • La foce della Vistola – Sambia (Kwidzyn – Филино/[Filino])

  • terra dei laghi di Casciubia – Golfo di Danzica (Mareza – Danzica e Starzyno)

     

    v České http://jantarovastezka.blogspot.com/

     

    Pyccкий http://pieszo-bursztynowym-szlakiem.blogspot.com/

     

    In English http://amberroad-mirka.blogspot.com/

     

       Proseguendo il progetto nel 2008, attraversai il tratto successivo dell’antica Via dell’Ambra anche da Praga, ma questa volta il sentiero seguiva lungo una riva del fiume Moldava, per České Budějovice, a Linz sul Danubio.

     

    Ambasciata della Repubblica Polacca

    Praga  

      

        Mi permetto di farle le mie gratulazioni e ringraziamento per lo sforzo intrapreso. Il progetto  contribuirà non solo a conoscere la storia comune dei popoli dell'Europa centrale, ma anche al loro avvicinamento nel presente.

         Jan Pastwa,
    Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica Polacca nella Repubblica Ceca     

     

    Staromĕstská radnice

     

       Ma non è tutto, perché nel 2010, anche durante le vacanze, sono partita da Linz - il luogo dove c’era uno degli alcuni attraversamenti per Danubio. E dalla regione dell'Alta Austria, poi per la catena montuosa dei Bassi Tauri - la zona della Stiria - poi per Carinzia e le Alpi Carniche e per la Pianura di Friuli sono arrivata ad Aquileia. Una curiosità è che in uno zaino portavo un sacchetto con l’oro del nord.

       

    Sto partendo da Pichlhofen, vicino al fiume Mura. Foto: Tadeusz Prokop.

     

    AQUILEIA – IL PORTO SUL NATISSA

     

     

     Sono ad Aquileia, nel posto dove una volta c'era un porto fluviale di Natissa.

    E questi sono i residui di questo porto.

     

     

     Patronato della Presidenza polacca nel Consiglio dell'Unione Europea,

    Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Polacca,

    firma: Min.MD/9374-636/2011/DKPP/1148/AT/143820

     

     

     

     

     

  • www.bursztynowyszlak.com